L’altra Juve: profilo di Silvio Longobucco

Longobucco nasce a Scalea, provincia di Cosenza il 5 giugno del 1951. Viene prelevato dalla Ternana, dove ha giocato ottime partite; schierato da terzino o da stopper, è implacabile a marcare l’attaccante di turno. Un arrivo, ovviamente, in sordina il suo, ventenne, in una squadra di ventenni già ben più famosi di lui. È appena stata costituita la squadra che … Continua a leggere

L’altra Juve: profilo di Michelangelo Rampulla

Michelangelo Rampulla nasce, juventino, a Patti, in provincia di Messina, il 10 agosto 1962. Cresce nella Pattese e, diciottenne, muove i primi passi, nel calcio che conta, con la maglia del Varese, in serie B, dove ben presto conquista la maglia di titolare ai danni dell’esperto Rigamonti. Al termine del campionato 1982-83, viene ceduto al Cesena, per poi passare, due … Continua a leggere

Profilo di Luis De Sol

Nato ad Arcus de Qualon (Spagna) il 6 aprile 1935. Comincia giovanissimo nelle file del Real Betis di Siviglia dove lo preleva il Real Madrid nel 1959. Con la bianca casacca delle “merengues” vince due volte il titolo spagnolo (1961 e 1962), altrettante Coppe (1960 e 1962) e conclude la stagione 1959-60 aggiudicandosi Coppa dei Campioni e Coppa Intercontinentale. Dopo … Continua a leggere

I gregari della Juve: Angelo Di Livio

Angelo Di Livio è nato a Roma il 26 luglio 1966. Centrocampista, è alto 1,73 e pesa 73 Kg. Cresciuto nella Polisportiva Bufalotta, a 15 anni è passato alla Roma, nel cui settore giovanile ha completato la trafila da “junior” coronandola con la conquista del Torneo di Viareggio nel 1984. Nell’estate dell’anno successivo inizia il suo giro d’Italia che lo … Continua a leggere

I gregari della Juve: Cesare Prandelli

Nato a Orzinuovi (Brescia) il 19 agosto 1957. Jolly. Si forma nella Cremonese dove lo preleva l’Atalanta nell’estate del 1978. Dopo un’annata a Bergamo raggiunge la Juventus per la stagione 1979-80. È pedina preziosa sia per la difesa sia per il centrocampo, sa disimpegnarsi sull’uomo e anche nelle vesti di libero ed è inoltre discreto propulsore. In una Juventus di … Continua a leggere

I gregari della Juve: Gianluca Pessotto

Gianluca Pessotto, “Pessottino” per chi gli vuole bene. E sono in tanti che lo stimano e che gli vogliono bene. Venti anni di calcio, comincia a quattordici nelle giovanili del Milan; vive in collegio e la solitudine, il freddo, la nostalgia di tanti bambini che crescono così, con il loro sogno sotto il cuscino sono i suoi compagni di camera. … Continua a leggere

Profilo di Gigi Casiraghi

Pierluigi Casiraghi nasce a Monza il 4 marzo 1969; inizia la sua carriera proprio nella compagine monzese, in cui ha militato sin dalle giovanili, esordendo in prima squadra in serie B nel 1985, a soli sedici anni, durante la sfida Arezzo-Monza 1 a 0. Con i biancorossi, Casiraghi trascorre 4 stagioni, segnando in totale 28 goals e mettendosi in grande … Continua a leggere

Profilo di Oscar Damiani

È stato un ottimo giocatore e, forse, avrebbe avuto maggiore fortuna, se soltanto avesse adoperato quella diplomazia che oggi, dopo una lunga carriera come manager di calcio, gli è caratteristica e che anni fa sembrava invece fargli difetto. È stato probabilmente l’ultima ala destra dei tempi moderni, con il suo frenetico svariare sulla fascia destra del terreno di gioco. “Flipper” … Continua a leggere

Profilo di Pietro Vierchowod

Ha attraversato un ventennio del calcio italiano lasciando in tutti la sensazione di essere uno dei più grandi difensori dell’era moderna. Ha avuto l’onore e l’onere di confrontarsi con attaccanti fortissimi come Gullit, Van Basten, Völler, Careca ed altri, con risultati sempre soddisfacenti. Noto a tutti gli appassionati di calcio come “il russo” che, insieme al cognome, tradiscono le sue … Continua a leggere

I gregari della Juve: Luciano Favero

Fra i calciatori che sono migliorati al punto di convincere anche gli scettici (impresa non da poco) c’è Luciano Favero. Ritenuto ingiustamente un grezzo elemento di pura forza, si è rivelato un difensore completo, a suo modo eclettico, visto che ha saputo ricoprire disinvoltamente anche il ruolo di libero dopo l’infortunio di Scirea nella finalissima intercontinentale di Tokyo. In realtà … Continua a leggere