I bidoni degli altri: Mario Jardel, il “gordo” di Ancona

Mario Ribeiro de Aleida Jardel nasce a Fortaleza il 18 settembre del 1973. Ha 20 anni quando esordisce nella massima serie brasiliana con la gloriosa maglia del Vasco da Gama: due presenze e nemmeno una rete nella stagione del battesimo in maglia cruz maltina. Va meglio l’anno successivo, con dodici caps e tre reti che gli valgono il trasferimento al … Continua a leggere

I bidoni degli altri: Hugo Enyinnaya, la perla nera del Bari

Era il gemello del gol di Antonio Cassano, ai tempi dal Bari, ma ora boccheggia nella serie B polacca. Strana storia quella di Hugo Enyinnaya: dalle stalle alle stelle e ritorno. Tante, troppe peripezie per un ragazzo di 26 anni. Proviamo a ricostruire la sua traiettoria. Ugochukwu Michael Enyinnaya, detto “Hugo”, nasce l’8 maggio 1981 a Warri, cittadina nigeriana di … Continua a leggere

I bidoni degli altri: Luther Blisset, il “pacco” giamaicano pervenuto a San Siro

Immaginatevi nei corridoi di un lussuoso albergo lombardo dove si discutono le sorti di decine di società calcistiche, e dove si tessono le trame più intriganti del nostro calciomercato. Ad un tratto vi si presenta innanzi un procuratore d’oltremanica in doppiopetto blu, accento britannico e guasconeria transalpina. Vi propongono una furia nera di origine giamaicane che in Inghilterra esordisce a … Continua a leggere

I bidoni degli altri: Renato Portaluppi: prolifico… nel posto sbagliato!

Renato Portaluppi, per gli amici carioca “Il Gaucho”, è un prestante calciatore brasiliano, nato a Guaporè il 09 settembtre del 1962, caratterizzato dalla lunga zazzera, dalle discrete doti tecniche e dalla gustosa dipendenza dai talami altrui. Appena maggiorenne comincia la sua avventura come attaccante laterale destro nelle fila del nobile e rinomato Gremio di Porto Alegre, club nel quale resta … Continua a leggere

I bidoni degli altri: Freddy Rincon

Il campionato italiano è da sempre meta di ogni calciatore. Con l’attuale crisi questa tendenza si è persa, a favore di altri tornei pronti a pagare a peso d’oro fenomeni o presunti tali. Una decina d’anni fa ancora spadroneggiavamo per il mondo, e appena un giocatore si metteva in mostra, in qualsiasi parte del globo, subito veniva accostato ad un … Continua a leggere

I bidoni degli altri: De Gregorio, spalla di Cassano

Pascual Renato De Gregorio Contreras nasce a Coronel il 5 marzo 1972 da una famiglia di origine italiana (suo nonno, Pasquale De Gregorio Sibilica, era nativo di Siracusa). Esattamente 14 anni e sei mesi dopo nascerà suo fratello Diego Andrés, anche lui con il pallino del calcio: ora è un mediocre centrocampista, precipitato nella serie B rumena con il Ramnicu … Continua a leggere

I bidoni degli altri: Cosmin Contra

Proseguendo nella carrellata degli “eredi calcistici di Roberto Carlos”, ecco un altro terzino che qualcuno a suo tempo ha maldestramente accostato al campione brasiliano. Maldestramente, sia ben chiaro: pensare che Cosmin Contra, con Roberto Carlos, una volta ci ha pure quasi litigato. Era il 2001 e il rumeno si schierò duramente contro gli arbitri spagnoli, rei di aver dato poco … Continua a leggere

I bidoni degli altri: Hugo Maradona

Una tra le più grandi meteore del calcio italiano è stato sicuramente Hugo Maradona, il fratellino del” Pibe de oro”da Diego ha ereditato solo il cognome imbarazzante il curriculum : due stagioni all’Argentinos Juniors con 19 presenze ed un gol. Nel campionato 1987/88 debutta in serie A. L’allenatore Castagner gli farà giocare in tutto 15 partite, con risultati obbrobriosi। Gol … Continua a leggere

I bidoni degli altri: Rampert

L’era Moratti è caratterizzata da grandi investimenti, ma purtroppo anche da grandi “bidoni”: l´argentino Rambert ne è fulgido esempio. Arriva all´Inter nel 1995, è conosciuto in patria come Pasqualito o meglio Avioncito per la sua esultanza dopo i goal, ha la fama di attaccante non molto prolifico ma fantasioso (52 e 14 gol con l’Independiente). Addirittura Omar Sivori si era … Continua a leggere

I bidoni degli altri: Vagner

Il 16 Luglio del 1997, in una Trigoria praticamente deserta, viene presentato ai tifosi della Roma un nuovo arrivo: il suo nome è Nunes Rogerio Vagner, è un centrocampista brasiliano, nato a Bauru 24 anni prima. Ha esordito nell’Uniao Sao Joao, per poi “esplodere” nel Santos, nel quale ha disputato tre stagioni collezionando complessivamente 33 presenze. Il giorno della conferenza … Continua a leggere